Lords of Knowledge

Vai al corpo della paginaOhmnibus.net

Benvenuti nel sito web di Lords of Knowledge

Scarica liberamente il manuale di Lords of Knowledge
Richiedi una copia cartacea del manuale di Lords of Knowledge

Lords of Knowledge è un Gioco di Ruolo tradizionale (carta & matita) con un'ambientazione a metà tra fantasy e fantascienza fatto di Acciaio, Magia e Tecnologia.

Il gioco può essere liberamente scaricato e distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0.

Ultime Notizie

: ESTRATTO DA  IL SAPERE NUOVO - TUTTO SU DIOGENES  #9 Post dal blog


In quel tempo, Diogenes si trovava a Nuova Selota, per poter diffondere le sue lezioni al di fuori degli stretti confini di Lisalania. La mattina precedente la sua lezione, Diogenes s imbattè in una botteguccia con la vetrina coperta da una tenda e un cartello che diceva: «Fatevi leggere la fortuna sulle mani e sulle carte. 10 Drog». Entrò, un po' imbarazzato, e si trovò di fronte a una donna rubiconda sulla quarantina che uscì da una stanza interna masticando un boccone del pasto interrotto. Con aria noncurante gli indicò un tavolino addossato al muro opposto alla vetrina, e senza guardarlo disse: «Prego, si accomodi». Poi sedette davanti a lui. I suoi modi erano bruschi. «Mescoli queste carte e tagli il mazzo tre volte, poi metta le mani sul tavolo col palmo in alto, per favore.» Voltò le carte e le sparse sul tavolo, le studiò, poi guardò le mani del Maestro. «Lei sta pensando a un lungo viaggio, il che significa che presto lascerà Nuova Selota. Ma vi tornerà fra breve per dedicarsi a un'altra attività... diversa da quella che fa ora.» Qui la donna esitò e parve confondersi. «Be', è quasi la stessa, però è diversa. Vedo un enorme successo coronare questa nuova iniziativa; lei ha davanti a sé una fortuna straordinaria, ma non so dirle quale sia.» Per la prima volta alzò lo sguardo su Diogenes, poi gli prese la mano. «Oh sì, ecco tre matrimoni: i primi due non riusciranno, ma lei giungerà alla fine dei suoi giorni felicemente ammogliato e con tre figli.» (Qui il Maestro iniziò a ridere) Poi tornò alla mano. «Sì, farà una fortuna eccezionale, è una mano da soldi la sua.» Scrutando un divertito Diogenes in viso, disse: «Morirà di broncopolmonite all'età di ottantadue anni. 10 Drog, prego. Ha qualche domanda da fare?»

A quel punto Diogenes non trattenne più le risate: «No, mi pare che basti. Io volevo solo sapere di un osteria decente qui nella Capitale!!»

: [RdL] Non stuzzicare i necrofori che dormono Post dal blog

Bastante Aldogiovannini (Viking Chieftain by bnolin)

Coppetti, sera del 4° tehner crescente (15 aprile)

Piotr diventa una barriera vivente,  a dispetto dell aspetto  è un guerriero molto abile, sgambetta qua e là con le sue gambette tozze e nessuno riesce ad aggirare i colpi di piatto della sua enorme ascia.
Con un potere Rayanna velocizza il maestro che rimanda nelle retrovie a schiaffi un paio di villici mentre si accende la pipa senza che se ne rendano nemmeno conto e persino Diogenes si rivela utile scaraventandone via altri con un potere fino a quel momento sconosciuto ai suoi compagni.
Diogenes cerca di convincere invano gli aggressori ad andarsene con le sue arti oratorie, c è da dire che villici si rivelano inoffensivi per un gruppo di combattenti esperti, purtroppo anche tentando di trattenere i colpi per non uccidere, per poco il morto non ci scappa. Il solito arco voltaico ne stende la metà e una piattonata di ascia del westan riduce in fin di vita un malcapitato, oltre a rompergli la mascella.
Combattimento finito, il ferito grave viene stabilizzato da Diogenes che si ricorda di aver assistito a qualche lezione di anatomia in passato fra un boccale di birra ed un bicchiere di vino. Le sue arti mediche devono ricevere un pagamento, allora aiutato da Rayanna, ma contestato dal resto del gruppo, fruga nelle tasche dei 4 feriti derubandoli.
Dopo una discussione sull opportunità di lasciare dei moribondi per strada Piotr si impunta e sveglia i meno gravi per far portar via gli altri dalla strada. Non riceverà ringraziamenti per il suo gesto anzi alla domanda sul motivo dell attacco risponderanno  non ce l hai uno specchio a casa? 

Coppetti, mattino del 4° enhor crescente (16 aprile)

Passa la notte e al mattino la vedova Salva introduce il gruppo al borgomastro Bastante Aldogiovannini. (Pro memoria per Diogenes: per fare buona impressione, all affermazione siete la metà di mille non si risponde  no siamo la metà di 16 ). Nessuna informazione purtroppo su Temestocle però si scopre che ci sono state altre 25 sparizioni, per lo più di cacciatori nel bosco ad est della strada per Lisalania. Forse verrà fatta una colletta fra le famiglie se si risolverà il problema.
Il sindaco stesso accompagna gli avventurieri dalla famiglia di Ricciardo Castagnari. La madre dell emporista li accoglie nella casetta in centro proprio sopra l emporio ed è felice di aver avuto notizie del ritrovamento di  Ricciardino . Racconta una strana storia di streghe che sarebbero responsabili della sparizione del cognato di sòra Adrialuna recatosi nel  boschetto di là, qua sotto insomma  dove c'è un tempio non più utilizzato (perché gli auran non vogliono che si adorino i vecchi dei). L anziana rimane colpita positivamente tanto da regalare a tutti una lanterna.
Dopo breve consultazione si sceglie di dare la caccia ai 5000 drog di ricompensa per la restituzione dei resti di Bebo, il bosco a sud le streghe e le sparizioni, non prevedendo ricompensa passeranno in secondo piano.
Alla miniera Sartori non si vedono nuove tracce, sembra un lavoretto facile, alchè, entrati nella stanza degli insetti necrofori, Piotr dopo un paio di passi sprofonda nel terreno che improvvisamente cede sotto di lui e si incastra. Mentre gli insetti tentano di mangiargli i piedi i compagni gli gettano una corda ed in qualche modo a forza di braccia si tira fuori dalla trappola. Ancora più infuriato di quando era entrato inizia a colpire il terreno con la sua ascia urlando parole nella sua lingua che inequivocabilmente appaiono offese terribili. A causa di tutta quella confusione 6 bestie spuntano dal terreno e comincia un combattimento all ultimo sangue.
Gli insetti sono molto robusti, il carapace è molto più duro del legno e forse potrà essere rivenduto, pensa il maestro. Lo scontro è molto duro, Diogenes viene colpito al deretano, Yanagi e Hisui sono feriti gravemente. Piotr dopo averne tagliato un esemplare in due parti con un colpo di ascia ben assestato perde la sua arma e a pugni cerca di aprirsi un varco per riprenderla. Tale è la sua furia che anche quando Diogenes raccoglie da terra e gli porge la sua amata ascia se ne infischia e a mani nude schiaccia l ultimo mostro che esplode in  un getto di liquido giallo. Imbrattato dell icore della bestia, il westan sente la pelle bruciare sempre più intensamente...

Fine sedicesima puntata.

Resoconto a cura di Piotr
Immagine (c) Bob Nolin

: [RdL] Mentre il fabbro Piotr batteva il ferro Post dal blog

Teobolfo Cantieri (Blacksmith by mojette)
Lisalania, sera del 4° ahoer crescente (14 aprile)

L incontro con Freido si rivela grottesco ed infruttuoso.  L ala forgiata, boh che è una stella? 
Avvilito Piotr si reca a I 5 coltelli per bere qualcosa ed assistere allo spettacolo di Carenna la quale gli rivela, dopo la promessa di non far sapere alcunché a Diogenes, che due sere prima allo strano incontro con la gran sacerdotessa, la quale notoriamente vuole chiudere tutti i locali come il suo ritenendoli immorali, le è stato chiesto di esibirsi in privato...
Tornato a casa Piotr trova Ulfris che fa i bagagli, i suoi confratelli Ellimi hanno bisogno di lui, ha trovato un passaggio per il confine e poi chissà dove andrà. Si sente come di abbandonare un parente tanto è l affetto cameratesco col westan.
 Saluta gli altri e saluta Lenassa, merita qualcuno meglio di me. 
Prende lo zaino e se ne va nella notte.

Fioravante è a cena col padre silenzioso, preoccupato per la proposta dei rivoluzionari che presto torneranno. Si accende una discussione fra i due, il padre ha messo su tutta la baracca nella speranza che lui tornasse ed ora che lo ha fatto perché esporsi e rischiare tutto? Fioravante è del parere che presto bisognerà prendere posizione e spinge per la ribellione agli auran ma sosterrà il padre qualunque decisione prenderà. Esaminando la spada col suo aiuto apprende che è un potente artefatto e si chiama Fiera.
 Ah riconosco il simbolo, la strega Belarga! E' poco risaputo ma la favola si ispira ad una storia vera di quasi 200 anni fa, e il metallo è ancora perfetto! 

Myristica va dall erborista, si apposta fuori conoscendo le sue abitudini e non appena va a dormire fa un passo in direzione dell erboristeria e si accorge di un paio di individui sospetti. Svanisce grazie alle sue arti e si accorge che ben 5 giovani miliziani fanno la ronda nei pressi dell erborista. Il vecchio guardone ha avvisato la milizia! Si avvicina ad uno isolato (tale Gisberto), il meno sveglio di tutti esce dalle ombre e lo sgozza. Gli toglie la fascia dal braccio e gliela ficca in gola. Col favore delle ombre si dilegua.

All insegna grigia il maestro Yanagi e (il maestro) Diogenes si recano per bere qualcosa e si ritrovano Myristica. Diogenes nota che uno schizzo di sangue le sporca la guancia... Myristica va in cucina da Dublana e le lascia intendere cosa sia accaduto, urla a Severio di offrire da bere a lei e i suoi amici.
Diogenes:  Cosa abbiamo fatto per meritarci la birra? 
Myristica:  Tu niente come al solito! Ed io sono stata qui con voi tutta sera 

Lisalania, mattino del 4° tehner crescente (15 aprile)

Il mattino dopo Piotr di buon mattino è già al lavoro in officina, Yanagi viene per parlare col fabbro e chiedere cosa potrebbe valere il cuore del mostro-albero. Il fabbro esce per parlare con suoi contatti e lascia l officina nelle mani di Piotr. Yanagi tenta di vendere il suo arco a Piotr il quale per timore di perdere il posto non può offrirgli più di 1000 drog.
Piotr:  Prova ad andare dalla concorrenza e vedrai che non ti faranno un prezzo migliore! 
Alla concorrenza viene venduto per 1500 drog grazie all aggiunta di una robusta dose di oppio per pipa del vecchio maestro.
Come al solito il westan viene dimenticato dagli altri in officina a lavorare, riuscirà a liberarsi solo al ritorno del fabbro con la scusa di portare al maestro la notizia che un artigiano è disposto a pagare lo strano legno 3000 drog per farne forse delle pipe. Piotr è messo in guardia dal fabbro, nella notte hanno ucciso un miliziano.
Piotr:  Ed io cosa c entro? 
Fabbro:  Sei forse un llud tu?
Piotr:  Messaggio ricevuto capo! 

Fioravante si reca alla residenza Von Matterhorn dove gli viene detto dalla bella Robin che Diogenes era ancora in meditazione e poteva quindi aspettarlo nella sala comune dove Myristica  come se nulla fosse  stava facendo colazione. Diogenes mediterà per un altra ora e mezza... Al suo risveglio riunione del gruppo a casa sua. Mentre prepara una nuova orazione si decide di partire per Coppetti e cercare le due famiglie per portare notizie della morte di Bebo Mastiagatti e Temestocle Massacesi.

Partenza col carretto di Galaele che si chiude in un triste silenzio nonostante Myristica tenti di consolarlo. Ma la perdita è troppo vicina e l interesse sarebbe rivolto comunque ad altre sponde... Coppetti è un paese famoso per le ceramiche arrivando si notano le ciminiere dei forni e l odore nauseabondo che ricorda la frutta marcia.
Al maneggio I cavalli di Frisio il padrone signor Frisio dice che il Massacesi gli ha rubato un cavallo (non lo ha riportato perché deceduto in realtà) e ci indica gentilmente i forni di proprietà del sindaco, dove lavorava...  Vedi il fumo? Sotto c è il forno...Ma guarda te! 
Piotr si scusa sinceramente con Diogenes per averlo spinto a parlare con Frisio, è stato un suo errore di valutazione, in quel caso le sue arti non servivano. Ai forni avrebbe parlato lui lasciandogli in caso il compito di conferire col sindaco, la più alta autorità di Coppetti...
I forni si trovano in un lunghissimo edificio di mattoni con numerose ciminiere, chiedendo ad un lavoratore si apprende che Massacesi lavorava lì da qualche mese e andò via due settimane fa. Occorre parlare col sindaco per sapere qualcosa di più.
All osteria non sanno nulla di Massacesi ma ci indicano l abitazione di Bebo Mastiagatti una fattoria più a nord. Raggiunta la zona ci si trova davanti ad un abitazione di medie dimensioni ben tenuta. La moglie di Bebo è informata della dipartita. Offre 5000 drog per il recupero della salma a cui vuole dare degna sepoltura offre la cena e stallo per la notte in un magazzino vuoto. La vedova signora Salva ha due figli Antonino di 5 e Lucilla di 8, la suocera è una vecchia arzilla di nome Duilea molto brava a cucinare, la ricetta della sua  focaccia alla cipolla verrà mantenuta rigorosamente segreta.
Il giorno dopo su richiesta del gruppo la signora Salva li presenterà al sindaco.

Dopo cena Diogenes si esibisce sulla pubblica piazza con uno scarno pubblico di un paio di dozzine di individui e la metà va via delusa... Bottino della serata 85 drog di cui ben 5 di Piotr colpito particolarmente dall esibizione del Maestro goduta dalla prima fila.
Sulla strada di casa in una zona poco abitata una dozzina di loschi figuri armati di bastone e catene aggredisce il gruppo, probabilmente spettatori delusi... Vedendoli arrivare Myristica e Fioravante si defilano per attaccarli alle spalle mentre Piotr si pianta in mezzo alla strada e rumorosamente si infuria sfidandoli. I 12 si infrangono su Piotr che con una piattonata di ascia li respinge e il maestro Yanagi ne colpisce due che pensano bene di rimettersi nelle retrovie. Fioravante tenta di aggirarli Myristica rimane dove si trova. Nessun danno questi sono ben poca cosa ma sono 12 e si rifanno sotto tutti a Piotr che perde la pazienza e parte al contrattacco...

Resoconto a cura di Piotr
Immagine by David Giraud (c) UbiSoft


Stonhenge

Vai al sito precedenteStonhenge: Il Webring dei GdR gratuiti italianiVai al sito successivo

[ Precedente | Home | Successivo ]


Made with Cascading Style Sheet Valid CSS Valid XHTML 1.0 Official Ohmnibus Production


Siete invitati a collaborare in qualsiasi modo. Scrivetemi!

"Signor webmaster, posso vedere di nuovo l'introduzione?"