Lords of Knowledge

Vai al corpo della paginaOhmnibus.net

Benvenuti nel sito web di Lords of Knowledge

Scarica liberamente il manuale di Lords of Knowledge
Richiedi una copia cartacea del manuale di Lords of Knowledge

Lords of Knowledge è un Gioco di Ruolo tradizionale (carta & matita) con un'ambientazione a metà tra fantasy e fantascienza fatto di Acciaio, Magia e Tecnologia.

Il gioco può essere liberamente scaricato e distribuito sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0.

Ultime Notizie

: [RdL] Il westan che morì male (diverse volte) Post dal blog

Time Traveler by Yee Hun

Fattoria Listazzone, pomeriggio del 6° tehner crescente (29 aprile)

Potrebbe andare peggio di così saltando indietro nel tempo? Con questa frase si chiude la discussione furibonda per decidere il da farsi. Tornare indietro per impedire l’anomalia. 

Si decide per fare prima una prova e saltare indietro di 5 minuti. Piotr accompagnerà Rayanna.

I due compaiono in soffitta mentre i rumori provenienti dall’esterno suggeriscono che sta infuriando la battaglia col mostro non morto. Ma qualcosa non è come deve essere. Rayanna giace col collo spezzato e la carcassa del mostro tappa il pozzo dal quale Piotr non è uscito con un colpo sensazionale di ascia come è accaduto la prima volta. I viaggiatori provenienti dal futuro si palesano e convincono dell’accaduto i compagni.

Il breve viaggio nel tempo ha insegnato che non possono esistere due copie dello stessa persona in contemporanea e che la linea degli eventi si modifica per rendere possibile il viaggio stesso. Così le copie del passato devono morire per lasciare il posto a quelle del futuro e così cadono la prima volta due compagni del gruppo.

Una nuova discussione furibonda sul da farsi ha luogo prima di coricarsi per la notte. Durante il suo turno di guardia Diogenes si ricorda di studiare alcuni oggetti recuperati dal cadavere di Arliatark. Trova diversi doppi drog (interi e spezzati) per un valore complessivo di 50.000 e leggendo il diario si rende conto di aver trovato tardivamente informazioni importanti. Pare fosse stato posseduto da una creatura non ben definita, la macchina, che chiama "batteria spirituale", è stata costruita sopra una sorta di amplificatore naturale, l’eccedenza di energia si legava al mondo materiale creando le speciazioni.

Fattoria Listazzone, mattino del 6° enhor crescente (30 aprile)

Viene fatta una copia del diario per sicurezza e si decide per saltare indietro nel tempo. L'idea è tornare a pochi minuti prima dell'attacco ad Arliatark in modo da eliminare i loro sé stessi del passato ed evitare completamente l’attacco e la distruzione della batteria spirituale. Inoltre in seguito hanno intenzione di portare tutte le informazioni sul suo operato di cui dispongono alla Corporazione, sperando così di poter impedire l’apocalisse zombie.

Galaele decide di rimanere e non fare il salto: l'idea di uccidere il sé stesso del passato lo turba, e sostiene che avrebbe preferito vivere prigioniero dei tengu piuttosto che morire.

Fattoria Listazzone, mattino del 6° tehner crescente (29 aprile)

Rayanna con uno sforzo immane riesce a portare tutti e sette indietro nel tempo nel momento in cui i loro io del passato si trovavano a Campiglia prima di scontrarsi con Arliatark, ma questa volta non si allontanano dalla soffitta della fattoria, attendendo il momento in cui sarebbe dovuta esplodere la batteria spirituale creando l’anomalia. I drog e gli oggetti di Arliatark scompaiono così come il suo diario, ma non la sua copia fatta saggiamente da Diogenes. Mentre si accende l’ennesima discussione si sente un rombo lontano e un’onda d’urto investe il gruppo. Il macchinario è esploso comunque. Le copie del passato sono riuscite comunque nel loro intento.

Senza perdere tempo Diogenes si teletrasporta da solo alle terme di Campiglia per cercare di ritrovare diario e altri oggetti, operazione che risulta difficile per i turbamenti nel tessuto Noeliano; dopo poco ritorna coperto di fuliggine e a mani vuote.

Saltare o non saltare più? Questo è il problema. E se non si salta occorrerà recuperare Galaele dai tengu. E la testa di mani di lama? Chissà se oltre agli oggetti si rischia di perdere anche la memoria. Quante volte avrà viaggiato nel tempo senza rendersene conto Rayanna? Con questi ed altri interrogativi sta iniziando l’ennesima discussione.

Fine cinquantaseiesima puntata.

Resoconto a cura di Piotr
Immagine by Yee Hun

: Il diario di Arliatark Post dal blog

BOOK by LIN .

Il diario è composto da circa 40 pagine infarcite di disegni, formule matematiche, scarabocchi e testo apparentemente senza senso. Occasionalmente contiene dei frammenti di testo comprensibile, riportati di seguito.

13° Nehener calante - 14 dicembre

“...dopo essere stato colpito dalla creatura sono caduto in un deliquio per un tempo che non saprei indicare. Il risveglio non è stato improvviso ma graduale, attraverso un lungo periodo di confusione in cui non avevo il pieno controllo delle mie azioni. Fortunatamente i miei studi condotti segretamente fuori dalle aule della corporazione mi hanno permesso di imporre la mia volontà tra le altre, più deboli, che albergavano in quel miserabile corpo. A quel punto è stato relativamente semplice sollevarmi dalla mia condizione.”

1° Sener nuovo - 20 dicembre

“...ho pieno ricordo della vita prima dell’incidente, eppure non mi spiego molte cose. Per esempio, è facile ottenere ciò che voglio, e ciò mi permette di portare avanti i progetti che ho per questo corpo. Mi chiedo perché prima avessi tutto quegli scrupoli a ricorrere alla coercizione o finanche alla violenza…”

2° Sener - 27 dicembre

“...sembra che le mie azioni risultino sgradite. Non ne colgo il motivo: si rendono ben conto che la loro vita è miserabile, altrimenti perché ostentano tutta questa invidia nei confronti della nobiltà? Eppure sono sconvolti quando uno di loro muore o anche solo sparisce. Temo che dovrò trasferirmi nuovamente.”

3° Sener - 3 gennaio

“Questa notte ho avuto una visione. Se le mie teorie sono giuste posso ancorare la mia essenza al regno materiale e raggiungere l’immortalità. E’ tutto così semplice per la mia mente scevra di ogni recalcitranza! Ecco perché alla Corporazione non raggiungeranno mai questi risultati.”

3° Ahoer - 5 gennaio

“Ho bisogno di un luogo adatto ai miei esperimenti. Devo cambiare modo di agire in modo da non essere costretto a muovermi da un luogo all’altro. Se le informazioni che ho raccolto sono corrette dovrei trovare un posto adatto nei pressi di Crestadorata.”

3° Enhor - 7 gennaio

“Non avrei mai pensato di trovare un posto così. Questa Campiglia sembra essere stata abbandonata dopo la chiusura del centro termale, ed ironia della sorte è proprio questo luogo che meglio si presta ai miei esperimenti: ampi spazi in un seminterrato dove poter costruire apparecchiature al riparo della maggior parte delle interferenze noeliane...”

4° Tehner nuovo - 13 gennaio

“Sembra che a Campiglia o più probabilmente a Lisalania qualcuno sia in possesso della pergamena di Kalarones. Dovrò entrarne in possesso quanto prima, sono sicuro possa dare un forte impulso ai miei esperimenti.”

5° Ahner - 15 gennaio

“Non è stato facile individuare gli obbiettivi, né rapirli. Per la logistica è stato più semplice: quel Bennio Vassalli si crede troppo importante per porre attenzione a certi affarucci secondari… ed ora ho un luogo di riferimento anche a Crestadorata dove farmi consegnare tutto il materiale di cui ho bisogno. Piegare la mente dei due è stato facile, ma per questa Jal’Haleba dovrò porre più attenzione per non rischiare di danneggiarla.”

7° Ahoer nuovo - 2 febbraio

“...nella mente di quella donna ho trovato idee interessanti. Credo sia giunto il momento di migliorare ulteriormente questo corpo.”

11° Sener nuovo - 28 febbraio

“La batteria spirituale è attiva. Ora non resta altro che” (interrotto)

11° Ahoer - 2 marzo

“La batteria spirituale funziona come previsto, ma percepisco qualcosa che non va. Sembra che qui vicino dimorino dei fastidiosi tengu… sono venuti a ficcare il naso a Campiglia e li ho dovuti cacciare.”

12° Ahner - 5 marzo

“Ho capito che la causa è la batteria spirituale. Ha una sorta di effetto diapolizzante che indebolisce i legami noeliani. Sembra che nella zona si stiano moltiplicando le speciazioni.”

12° Nehener - 8 marzo

“Incredibile! La batteria immagazzina più energia di quella che assorbe! L’eccedenza (ma da dove arriva?) viene espulsa con polarità invertita e si lega al regno materiale originando speciazioni. Se solo avessi capito prima cosa stava accadendo! Ora la batteria è sovraccarica e disattivarla potrebbe” (interrotto)

12° Tehner - 10 marzo

“...gli omuncoli sono facili da manipolare, ma per quelle maledette sanguisughe dovrò piazzare delle trappole. Se non agisco subito gli abitanti delle città vicine si metteranno in allarme… sono costretto a rimandare gli studi sulla batteria spirituale...”

13° Tahner - 13 marzo

(macchie di sangue)

“Queste creature sono molto interessanti nella loro semplicità. Peccato siano così fragili. Piazzerò altre trappole per catturarne ancora.”

13° Ahoer - 16 marzo

“...ed alla fine del procedimento è sufficiente utilizzare i tubi di sospensione per far evolvere le sanguisughe in salamandre. So che dovrei dedicarmi alla batteria spirituale, ma sono sicuro che questi esperimenti vogliano condurmi da qualche parte.”

1° Ahner crescente - 20 marzo

“In città sono tutti ubriachi per i festeggiamenti, così ho avuto la possibilità di muovermi con maggiore libertà. Seguendo le emanazioni sono giunto ad una strana costruzione nei pressi della quale sono stati compiuti atti nefandi. In quel luogo una tribù di omuncoli era nascosta tra gli alberi, spaventata. Il loro capo, Gomundo, mi ha raccontato di volersi stabilire con la sua gente in quella costruzione, ma un orco la occupava già. Ho deciso di guadagnarmi la loro fiducia eliminando questa creatura - non so se si trattasse di un orco, ma era piuttosto orrenda in verità. Gomundo era molto felice, ma per assicurarmi che lui e la sua gente non si allontanassero da lì ho lasciato un dispositivo abulizzante.”

4° Sener crescente - 12 aprile

“Questa notte è accaduto qualcosa… strano il modo in cui mi abbia fatto rabbrividire il grido di un uomo che con tutte le sue forze tenta di non tornare in vita… e strano che io l’abbia sentito così distintamente. Dovrò preoccuparmene?”

4° Ahoer - 14 aprile

“...sembra che degli impiccioni si siano messi sulle mie tracce. Cercherò di far fare loro parte del mio lavoro.”

5° Sener - 19 aprile

“Forse dovrei preoccuparmi di quel gruppo di avventurieri? Sembrano dotati di capacità interessanti, ma mi sfugge la logica delle loro azioni, ammesso ce ne sia una. Nel dubbio metterò in coltura altre salamandre, e forse potrei far qualcosa di utile anche di quel fattore...”

6° Ahner - 24 aprile

“Quegli sciocchi hanno osato aggredirmi nel mio laboratorio. Devo dar loro atto di essere stati abili se sono riusciti ad arrivare qui. Per fortuna non hanno danneggiato la batteria, né hanno intuito la sua funzione. Devo prepararmi al loro ritorno, perché so che lo faranno quanto prima.”


Immagine by LIN .

: [RdL] L’anomalia Diogenes Post dal blog

Zombie (Amalanhig by Brian Valeza)

Laboratorio di Arliatark, mattino del 6° tehner crescente (29 aprile)

Il terremoto non sembra fermarsi e il teletrasporto non sembra funzionare per via di turbamenti nel tessuto noeliano della realtà. Rayanna apre un tunnel spaziotemporale che porta il gruppo all’esterno, in una strada brulicante di omuncoli che scappano in ogni direzione, chi a piedi e chi usando improbabili cavalcature (capre, cinghiali, mucche, ecc..). Piotr tenta di guidare i compagni fuori dal paese ma una mandria imbufalita per poco non travolge il maestro e Fioravante. Rayanna, utilizzando un potere che accelera gli spostamenti, in pochi minuti porta tutti alla radura dove incontrarono i tengu.

Bosco dei tengu, tardo mattino del 6° tehner crescente (29 aprile)

Nell’attesa del loro arrivo tutti si prendono una pausa, Diogenes studia i dispositivi trovati sul cadavere di Arliatark e si esamina la testa mozzata di mani di lama che sembra non essere esangue. Myristica esce in perlustrazione e si accorge di essere osservata ma non sembrano essere i tengu che arrivano in volo proprio in quel momento. Piotr grazie ai suoi sensi raffinati e alla sua esperienza, stabilirà successivamente essere tre tengu nascosti tra gli alberi a tenerli d'occhio.

Il capo degli uccelli non sembra felice del risultato delle azioni del gruppo, hanno percepito una forte anomalia nel flusso degli spiriti... “Ci sia da lezione: utilizzare metodi umani, anche se contro umani, porta solo sventura”. Comunque avendo tenuto fede al patto Galaele viene liberato.

Proprio nel momento della liberazione una scarica elettrostatica viene rumorosamente emessa da Rayanna. Diogenes riesce ad assorbirla senza causare danni. Tuttavia i tengu si spaventano e viene sfiorato l’incidente diplomatico.

Dato l’addio ai tengu, che probabilmente lasceranno la zona visti i nuovi problemi sopraggiunti, si scatena una feroce discussione sul da farsi. Piotr vorrebbe portare Diogenes e il gruppo dove più sarebbe utile, oltreconfine unendosi all’esercito llud, visto anche che sono ricercati dagli auran, Corporazione e non sono più i benvenuti nemmeno tra le fila della resistenza. Rayanna non vuole saperne di aiutare la resistenza e vorrebbe andare per la sua strada. Fioravante ha affetti in città e vorrebbe usare tattiche da guerriglia in attesa dello scoppio della guerra mentre Diogenes intende liberare Ted ed i suoi altri collaboratori.

Verso la fattoria Listazzone, mezzogiorno del 6° tehner crescente (29 aprile)

Ci si incammina in direzione della fattoria di Esterina Listazzone continuando la discussione. Ad un certo punto un gruppo di persone all’apparenza esuli camminano lentamente strascicando i piedi o zoppicando 60 metri avanti al gruppo nella stessa direzione. Sembrando bisognosi di assistenza Piotr accorcia le distanze, arrivati più vicino ci si accorge che qualcosa non va in loro. Ai lati della strada molti cadaveri si rianimano e gli stessi esuli si girano e si stringono attorno al gruppo. I morti camminano. I colpi portati prontamente dal maestro non sortiscono alcun effetto apparente. Il gruppo è ormai accerchiato e con un ultimo sforzo Diogenes teletrasporta tutti alla fattoria. Il teletrasporto non è però istantaneo come al solito ma ha difficoltà a partire. Sembra che qualcosa di grave sia successo alla realtà. Una nuova anomalia causata dalla distruzione del macchinario forse. Che Arliatark nei suoi vaneggiamenti avesse ragione?

Fattoria Listazzone, primo pomeriggio del 6° tehner crescente (29 aprile)

Il teletrasporto porta il gruppo regolarmente dove Diogenes voleva. Il piazzale antistante la fattoria dei genitori di Esterina. La casa viene messa in sicurezza e approntata per la notte. La cantina è stata saccheggiata probabilmente dagli uomini di padron Bennio e anche la soffitta è stata messa a soqquadro. Si decide di riempire delle brocche al pozzo per la notte. L’acqua non è torbida ma maleodorante e in fondo al pozzo si vede galleggiare il braccio di un cadavere. Per cercare di ripulire il pozzo in previsione di fare campo base in quel luogo, su consiglio di Fioravante, Piotr si cala per rimuovere il braccio putrido che avvelena l’acqua ma mentre sta scendendo lungo la fune da dietro il fienile spunta il mostro semicarbonizzato e marciscente che pare tornato in vita che attacca. Piotr è sorpreso con le brache calate nel pozzo, Myristica scaglia frecce che sembrano fare poco danno mentre Fioravante dopo aver schivato gli attacchi accende la Fiera pronto a dar battaglia e permettere al compagno di risalire. Diogens si teletrasporta dietro il pozzo incitando e impartendo ordini mentre il maestro corre giù per le scale per dare assistenza.

Il mostro dopo aver quasi travolto Fioravante continua la sua corsa e si getta sul pozzo chiudendolo con la sua mole. Piotr sbatacchiato mantiene salda la presa ed evita di cadere. Appeso alla corda si infuria e comincia a menare fendenti potenti che spingono indietro la creatura che si riversa poi sul fianco.

Nel giro di poco il gruppo ha la meglio sulla creatura. Ci si prepara per passare la notte alla fattoria carichi di domande e dubbi. Chi sarà sopravvissuto al risveglio dei morti? Quanto sarà estesa questa anomalia? La resistenza esisterà ancora o sarà stata sopraffatta dal risveglio degli innumerevoli cadaveri che erano nella miniera?

Fine cinquantacinquesima puntata.

Resoconto a cura di Piotr
Immagine by Brian Valeza

Stonhenge

Vai al sito precedenteStonhenge: Il Webring dei GdR gratuiti italianiVai al sito successivo

[ Precedente | Home | Successivo ]


Made with Cascading Style Sheet Valid CSS Valid XHTML 1.0 Official Ohmnibus Production


Siete invitati a collaborare in qualsiasi modo. Scrivetemi!

"Signor webmaster, posso vedere di nuovo l'introduzione?"